PGA U18GOLD: ESORDIO CON VITTORIA …… buona la prima!

 

A.S.D. Pallacanestro CHIVASSO – A.S.D. PGA 54-85

Parziali: 17-24, 16-19, 16-20, 5-22

PGA: Bergeretti Samuele, Bergeretti Simone 5, Gibellino 5, Greggio  6, Lussiana 3, Maritano 17, Minadeo 4, Molinelli 24, Sabbadini  19, Zucca 2. All. Lavore

di F.Gibellino

A Chivasso, lunedì sera, è andata in scena la prima partita del campionato FIP U18 GOLD che vedrà impegnata la squadra PGA. Esordio in panchina anche per il Coach Max LAVORE che avrà l’importante ed arduo compito, così come per l’U20, di far crescere questa realtà composta da annualità diverse tra loro. È regola che quest’anno in U18 Gold possano giocare anche dei ragazzi dell’U20 e questo non può che concretizzarsi con un interscambio di esperienze e tecnica che darà i suoi frutti.

La partita. Si inizia subito con un quintetto aggressivo, secondo le indicazioni del coach, e dai primi giochi si capisce che il lavoro fatto negli anni precedenti sui ragazzi è una buona base da cui partire e di questo non si può che ringraziare coloro che ci sono stati prima. Il primo canestro, una bellissima tripla, seguito da altri due canestri in rapida successione provoca un primo break che, con orgoglio e lavoro difensivo, viene rintuzzato dai chivassesi che non si lasciano intimorire anzi, se pur lentamente, riescono a riportarsi sotto, salvo pagare lo scotto dell’intensità agonistica profusa dai nostri. Palloni recuperati, difesa aggressiva, raddoppi sistematici limitano i tiri degli avversari. Il primo quarto, giocato ad intensità elevata si chiude con PGA in vantaggio. Il resto della partita, caratterizzato da grande rotazione della panchina che, dapprima ha dato modo di far riprendere fiato ai ragazzi in campo ma che ha anche saputo mantenere il divario, è andato via via consolidandosi a favore dei nostri colori che, a parte i momenti di leggerezza difensiva a rimbalzo (il delta ci vede penalizzati rispetto a quelli offensivi avversari), hanno recuperato (ben 21) palloni che sono state coronate, in diversi casi, dai due punti e servito al tiratore di turno, sia dalla lunga distanza sia sotto canestro, 16 assist. L’ultimo quarto, forse per le energie spese nei precedenti, ha portato ad un risultato finale che, probabilmente, ha penalizzato troppo Chivasso che comunque mai doma, ha sempre lottato con generosità e rispetto degli avversari senza mai demordere. Coach Max, presumo, possa essere stato soddisfatto dall’agonismo e dalla voglia di far bene espressa dai nostri ragazzi anche se ci sarà molto da lavorare per convertire alcune fasi di gioco, pur premiate dai punti messi a tabellone, in un gioco più corale dove si possa vedere una squadra compatta e coesa in campo. Il lavoro sarà duro ma la sfida, per il coach, è sicuramente esaltante. Come si è detto nello spogliatoio …. Chi ben comincia! “Noi …… insieme!”

Pubblicato il 17 ottobre 2018, in Home, Notizie